Comunicati - Motoclub Lanteri

ASD Motoclub V. Lanteri
NOTO CROSS 2018
Vai ai contenuti








Cairoli batte anche il tempo: "Il mio anno migliore"
Cairoli si gode il 9° titolo iridato nel Mondiale MXGP, adesso ha nel mirino il 10° titolo di Stefan Everts. Dal 1996, quando Tony vinse il suo primo titolo: il regionale siciliano di minicross, quella fu la tappa iniziale di una carriera costellata da trionfi ma anche da momenti difficili.
Con il nono titolo mondiale è diventato il secondo motociclista italiano più titolato dopo Agostini al pari di Rossi e Ubbiali nel Motomondiale. “Vincere questo titolo è stato molto importante per me e per tutta la squadra. Un anno straordinario, credo il migliore finora ed è sorprendente notare che posso ancora migliorarmi ".



ELENCO UFFICIALE DEI MEDICI DI GARA
 DELLA 
FEDERAZIONE MOTOCICLISTICA ITALIANA

Aggiornamento e pubblicazione dati: 03 Agosto 2017

L’Elenco Ufficiale dei Medici di Gara della FMI riunisce tutti i Medici di Gara riconosciuti dalla Federazione Motociclistica Italiana e li abilita a prestare i rispettivi servizi in occasione di tutte le manifestazioni motociclistiche che si svolgano sotto l’egida della FMI. I Medici di Gara, secondo quanto stabilito nel Capitolo VII del Regolamento Manifestazioni Motociclistiche, sono individuati dal Moto Club Organizzatore di ciascuna manifestazione sportiva, senza alcun vincolo territoriale. 


 
Elenco Ufficiale dei Medici di Gara della FMI Sicilia 
 
Sicilia
APOLLONIO SILVIA
apolloniosilvia1@gmail.com
Sicilia
CALABRO' ANDREA
ANER.CAL@ALICE.IT
Sicilia
DI LIBERTO CALOGERO
calogerod79@virgilio.it
Sicilia
GALANTE CLAUDIO
claudio.galante84@gmail.com
Sicilia
LATINO PIETRO
dott.latinopietro@libero.it
Sicilia
LO MONTE SALVATORE 
salvolomonte@yahoo.it
Sicilia
TINE' SALVATORE
lunacordani1@gmail.com
Sicilia
TUTTOLOMONDO GIUSEPPE ANSELMO
DOTT.TUTTOLOMONDO@LIBERO.IT
Settore Tecnico Sportivo. La riunione del 13 ottobre

Venerdì 13 ottobre presso il Palazzo delle Federazioni Sportive Nazionali del CONI a Roma, si è tenuta la seconda riunione 2017 del Settore Tecnico Sportivo FMI, nella quale si è tracciato il bilancio dell’attività 2017 e sono state presentati obbiettivi e novità per il 2018.
La riunione si è aperta con le comunicazioni del Presidente FMI Giovanni Copioli che – dopo aver ricordato l’istituzione di alcune nuove Commissioni – ha sottolineato le novità riguardanti la riaffiliazione dei Moto Club che quest’anno sarà anticipata al 15 novembre. Relativamente al tesseramento, è stata lanciata l’innovativa tessera digitale: ogni tesserato può già, accedendo ad una apposita area a lui dedicata sul sito federale (anch’esso in fase di rinnovamento) scaricare la propria tessera e salvarla in maniera digitale su qualunque dispositivo, aggiornare i propri dati e visionare una serie di attività e vantaggi legati al tesseramento. Tra questi, gli sconti benzina TotalErg o i benefici dei nuovi accordi con banche, servizi di autonoleggio, aziende di navigazione e produttrici di action cam. Nel 2018 entrerà poi in vigore il nuovo sistema di licenze, semplificato e con costi ridotti per alcune specialità, mentre è stato segnalato il nuovo Progetto Talenti Azzurri FMI, incentrato su un contributo economico rilasciato ai migliori giovani talenti italiani sia nella velocità che nel fuoristrada.
Prima di dare spazio ai Coordinatori delle varie specialità, i rappresentanti Comitati e le Commissioni hanno tracciato un bilancio del 2017 e affrontato alcuni temi relativi al 2018:
Impianti –  Il Comitato ha chiuso il 2017 con 250 omologhe e un corso per nuovi ispettori. Gli obiettivi del prossimo anno sono, tra gli altri: segnare ogni impianto con una targa identificativa e unire ad essa le varie omologhe.

Ambiente – Nel 2018 verranno rese note le linee guida da adottare per la stesura del regolamento. La Commissione è al lavoro per la formazione di  ispettori ambientali con un regolamento che entrerà in vigore nel 2019. Inoltre l’anno prossimo vi sarà una collaborazione con la Scuola dello Sport del CONI per la formazione.

Turismo – Nel 2018 verranno semplificate numerose attività, indirizzate verso un’essenza pura del turismo: il viaggio in moto. La Commissione, in considerazione della sue molteplici attività, ha cambiato nome in “Commissione Turismo e Tempo Libero”. Nel 2018 non ci sarà la figura dell’RMT ma un Direttore Gara Turismo, e si lavorerà per avere meno campionati ma strutturati meglio. L’obiettivo generale è quello di arrivare a 800 manifestazioni nel 2020 (nel 2017 sono state circa 600).

Settore Tecnico – E’ in atto una riforma profonda secondo i nuovi dettami di inquadramento dei tecnici del Coni che tra l’altro prevede l’apertura anche a candidati tecnici che non abbiano curriculum sportivo. Nel 2018 si continuerà a lavorare per potenziare talune attività cercando di implementare le attività regionali. Proseguirà anche il progetto della Scuola Motociclistica Federale, con la FMI che organizzerà, come fatto nel 2017, corsi di guida sicura su strada da poter svolgere in tutte le regioni. Prima di passare alle varie specialità sono intervenuti anche i rappresentanti del Gruppo Ufficiali Esecutivi e della Commissione Sicurezza, rimarcando il buon lavoro svolto nel 2017 che proseguirà anche nel nuovo anno.

Velocità – Il CIV si è recentemente chiuso, facendo registrare una crescita in termini tecnici, sportivi e di comunicazione. Positive conferme sono arrivate dai regolamenti, che hanno regalato un campionato combattuto fino all’ultima gara in molte classi. Nel 2018 non ci saranno novità di rilievo, a conferma della volontà di dare una continuità biennale ai progetti messi in atto. Nel 2019 invece sono in programma novità quali il motore unico in Premoto3 e la possibilità di abbassare i costi della Moto3, provando ad andare in controtendenza rispetto a quanto accade nel Mondiale Junior e nel Motomondiale. La Coppa Italia ha visto crescere la media di partecipanti a gara (390) e nel 2018 entrerà a farne parte la classe 300 al fine di poter far accedere anche i più giovani. I contributi del progetto “Talenti Azzurri FMI” saranno erogati a piloti di molte categorie, dalla MiniGP al Mondiale Junior passando per le classi Moto3 e SS300 del CIV. A riceverli saranno circa una ventina di piloti scelti in collaborazione da Settore Velocità e Settore Tecnico. Proseguirà il lavoro di programmazione con l’obiettivo di dare ai giovani una formazione ed un metodo di lavoro che li prepari al Mondiale (vedasi come esempio i briefing 2017 con specialisti di settore organizzati per i giovani in ogni tappa del CIV) mentre ci sarà un programma di allenamento invernale con raduni collegiali, realizzati anche grazie ad una partnership con il  circuito di Misano Adriatico. Nelle Minimoto il 2017 ha visto buoni numeri di partecipazione di piloti, team e case e la nascita della classe junior dedicata all’ingresso dei tanti nuovi bambini. L’Europeo di Franciacorta è stato impegnativo da molti punti di vista ma ha avuto riscontri in termini sia di partecipazione che di risultati sportivi. La MiniGP conferma una buona base di piloti grazie anche all’inserimento dei trofei Yamaha e Ohvale. Nel 2018 non ci sarà nessuna variazione di regolamento tecnico ma cambieranno le età delle classi entry level per non accavallarsi con Minimoto e Premoto3. Il calendario 2018 vedrà 5 appuntamenti, con doppia gara domenica, per limitare costi, su piste quali Franciacorta, Varano, Modena, Magione e molto probabilmente la novità di Cervesina.

Motocross  Il 2017 è stato un anno davvero positivo sia in termini di titoli conquistati che di numeri. Rispetto al 2016 la partecipazione è aumentata soprattutto nei campionati MX1, MX2, Veteran e Femminile. Nel 2018 arriverà la preannunciata novità del ranking e verrà istituito un Campionato Italiano in più proprio in ragione della nuova classificazione dei piloti in base al ranking. Nel Motocross Junior, la volontà è di alzare ancora il già ottimo livello medio delle gare. Di conseguenza vi saranno piccole modifiche: le piste delle Selettive verranno rese più difficili e nella fase finale verranno poste le griglie metalliche dietro al cancelletto di partenza. L’anno prossimo inoltre partirà un progetto – rivolto soprattutto ai giovani – di valorizzazione e sviluppo della disciplina del Supercross.

Supermoto – Vi sarà un rinnovamento voluto fortemente per incontrare le esigenze dei piloti e dei Team con l’obbiettivo di abbassare i costi e stilare un calendario più armonico. Verranno introdotti provvedimenti quali: la limitazione del numero di gomme utilizzabile in gara; la riduzione dei costi di iscrizione alle manifestazioni e la disputa delle gare su un solo giorno

Motorally e Quad – Per quanto riguarda la prima disciplina non vi saranno modifiche regolamentari, ma cambierà il nome della disciplina stessa. Il calendario porterà certamente alcune novità sulle location di svolgimento delle gare. Rispetto al 2017. Relativamente ai Quad, il Trofeo delle Nazioni e la gara francese di Pont de Vaux hanno dimostrato l’alto livello degli atleti azzurri ma il tema principale rimane la difficoltà nell’organizzare le gare dei campionati italiani di specialità.

Trial – Nel 2017 si è avuta una buona partecipazione sia a livello territoriale che nazionale. L’anno prossimo quasi tutte le cinque gare di Juniores si disputeranno separatamente da quelle di Campionato Italiano Trial. Nel tricolore verrà introdotta la Qualifica su due manche per le categorie Tr 1 e Tr 2; inoltre, nelle gare di Italiano Indoor e Outdoor, il pilota potrà rimanere all’interno della Zona per 1’15’’ e non più per 1’30’’, così da avvicinarsi ai tempi del Mondiale.

Enduro – Si sono analizzate questioni a livello territoriale per poter regolamentare la partecipazione dei piloti Stranieri nei campionati regionali. Negli Assoluti d’Italia verrà introdotta la classe 125 cc. oltre a tutte quelle già annunciate alcune settimane fa. Verranno istituiti dei Trofei rispettivamente per le gare di Enduro Country ed estreme. Vi sarà anche un nuovo Trofeo dedicato alle moto Scrambler e Special.

Speedway – Il 2017 purtroppo ha visto la chiusura dell’Impianto di Badia Calavena. Per il 2018 gli obiettivi sono quelli di incentivare la promozione a partire dalle scuole ed aumentare gli stage di piloti nazionali. Tanta attesa per l’evento Mondiale di settembre in Italia. Nel Flat la partecipazione è stata molto buona e nel 2018 saranno incrementate le attività di formazione attraverso vari corsi.

Commissione Sviluppo Attività Sportiva – Come già avviene, Motocavalcate e Mountaintrial continueranno ad essere aperte a Tesserati e non. Per parteciparvi sarà però necessario il certificato medico non agonistico al fine di meglio tutelare i Moto Club organizzatori ed i partecipanti stessi. Hobby Sport: i partecipanti fino a 14 anni continueranno a parteciparvi con la Hobby Card gratuita mentre i maggiori di 15 anni potranno prendervi parte solo con la Tessera Member FMI.







Rivoluzione nel Motocross italiano. Arriva il Ranking!

12 settembre 2017


Il Motocross italiano ad una svolta decisiva grazie alla FMI che introduce il ranking, ovvero una classifica di merito in base ai risultati ottenuti la stagione precedente. Un cambiamento moderno ed efficace già sperimentato con successo in molte altre discipline sportive e che, finalmente, introduce la meritocrazia come base delle nuove categorie. Una rivoluzione positiva che ha il preciso obiettivo di ottimizzare tutta la disciplina dei campionati nazionali e portare il Motocross tricolore verso un’evoluzione moderna, di maggiore impatto e che possa permettere a tutti i partecipanti di competere con reali possibilità di aggiudicarsi un ambito titolo tricolore.
Ci facciamo illustrare le linee guida del Ranking nel Motocross intervistando il Coordinatore Nazionale FMI, Andrea Barbieri.

Qual è stata la ragione per arrivare al Ranking anche nel Motocross?
Fino ad oggi l’unico criterio che abbiamo utilizzato per suddividere i piloti nelle varie categorie è stato quello dell’età anagrafica; abbiamo voluto introdurre un sistema che permetta di classificare gli atleti in relazione alle loro abilità.

Quali saranno le nuove categorie previste?
Le categorie saranno cinque. La Elite, che peraltro già esiste sotto forma di licenza, a cui se ne affiancheranno altre quattro: Fast, Expert, Rider e Challenge. Quest’ultima essenzialmente riservata ai neofiti, i piloti amatoriali.
Per tutti ci sarà la possibilità di competere con piloti dello stesso livello agonistico e quindi di avere confronti più equilibrati, maggiori possibilità di vittoria degli iscritti e per tutti un titolo tricolore di categoria giusto?
Esatto, l’obiettivo che ci siamo prefissati è proprio questo. Confronti equilibrati in pista e, di conseguenza, maggiore sicurezza; sarà impossibile, a differenza di oggi, veder gareggiare nella stessa classe un pilota professionista insieme ad uno esordiente. Per quanto riguarda le competizioni, con l’eccezione della categoria Challenge che sarà riservata all’attività territoriale, abbiamo previsto di assegnare un titolo tricolore per ogni categoria nel prossimo Campionato Italiano MX1/MX2.

E per la fondamentale attività degli amatori cosa cambia?
Ove i numeri di partecipazione lo consentiranno, avranno una categoria loro dedicata con un minutaggio inferiore rispetto a quello riservato agli “agonisti”.

Per chi non è inserito ancora nel Ranking è prevista un’apposita categoria?
I piloti che nel 2017 non hanno acquisito punteggi validi per essere classificati saranno inseriti d’ufficio nella categoria Challenge; nel caso questi non avessero ottenuto risultati per infortunio o altro e volessero partecipare al Campionato Italiano MX1/MX2 2018 saranno obbligati a chiedere al Settore Tecnico Sportivo FMI di essere ammessi alle gare come Wild Card.

Nel dettaglio quali saranno i limiti di età minima e massima per accedere al Ranking?
Il limite massimo coincide con quello previsto per richiedere la licenza. Per quanto concerne l’età minima, in questa prima fase, la possiamo definire in 13 anni, ovvero l’età minima per competere nella classe 125 che sarà il primo campionato che attribuirà punteggio valido per acquisire Ranking.

Da quando sarà operativo e dove si potranno consultare il nuovo regolamento e soprattutto il ranking del Motocross italiano?
Le norme 2018, dove sarà possibile consultare tutti i regolamenti, saranno pubblicate nel mese di novembre. Contiamo di presentare la classifica ranking 2017 nel mese successivo perché attendiamo che tutti i campionati finiscano.

La FMI ha già introdotto con successo il Ranking nell’Enduro, vi aspettate lo stesso risultato?
Il Ranking nell’Enduro ha riscosso un consenso unanime, ci aspettiamo di ottenere analoghi risultati che nel motocross in particolare fanno aumentare in maniera importante la sicurezza in pista.

Premiazione Campionati Provinciali 2015 

Con un tempismo incredibile le province di Catania e Messina e di Ragusa e Siracusa premieranno i loro campioni provinciali nella stessa giornata.

Il prossimo 30 gennaio 2016 infatti alle ore 15 presso il Centro Sportivo Palatucci di Noto (SR) (nei pressi del crossdromo Gino Meli) sarà premiato il campionato interprovinciale di Enduro Sprint di Ragusa-Siracusa, mentre alle 17 e 30 a Messina saranno premiati il campionato provinciale di Enduro Sprint di Messina ed i campionati interprovinciali di Enduro e Motocross di Catania-Messina.

Un’altra bella occasione per condividere in allegria la passione del nostro simpatico mondo,

Co.Re. FMI Sicilia

Agli Amici del CO.RE Sicilia Salviamo lo spirito sportivo.... !!!


Ci piace leggere  quanto scritto dal CO.RE. Sicilia nel suo sito, in riferimento alla prima prova di Campionato di Motocross svoltasi a Noto (SR) in data 14-02-2016.

Secondo loro l'unica cosa d'annotare è stata la massiccia presenza di piloti a riprova di come la Federazione Siciliana ha lavorato con impegno per ricostruire questi numeri. 

Anche noi siamo dispiaciuti di ciò che è successo dopo l'incidente in gara1 della MX1 MX2 , avremmo preferito che tutto si svolgesse nel miglior dei modi, questo sport lo amiamo e lo seguiamo con tanta passione e tenacia e sicuramente non è la miseria dell'incasso che ci fa lamentare, ma la grande assenza di una Federazione Siciliana buona nel criticare anziché disporre le dovute misure.

Iniziamo nel commentare l'assenza delle registrazioni nel sito di Corroinmoto messo a disposizione per alleviare ritardi nella giornata delle gare, la incapacità di punire chi sbaglia o di avere il coraggio di fermare una gara per incapacità dell'organizzazione o della Federazione.

Il Motoclub V. Lanteri ha predisposto tutte le misure richieste dalla Federazione (ambulanze,infermieri,medico ,ufficiali di percosso e servizi ad essi connessi) .

Facile dire senza essere presente e scrivere per sentito dire e pensare che il governo presente in quella circostanza sia immune di responsabilità.

La confusione generata dalle iscrizioni ha portato alla sconsiderata scelta di far partire più categorie diverse tra loro in unica manche, creando grande confusione tra piloti ed addetti ai lavori.

A seguito dell'incidente c'è stato un riversamento di persone in pista (familiari ed amici) creando una grande confusione e disagi vari ad infermieri medici ed addetti ai lavori e persino i piloti non hanno rispettato il regime di bandiere gialle.

Da tutto ciò si evince chiaramente che la responsabilità degli organizzatori del MotoClub V.Lanteri è pressoché nulla, quindi invitiamo gli amici del CO.Re. Sicilia a non lasciarsi andare a considerazioni di demerito ma a rimanere nel più alto spirito dello sport.

Questo atteggiamento non giova ne alle manifestazioni ne tantomeno ai rapporti tra  la Federazione e  Motoclub.

Lo staff del Motoclub Lanteri


CONCLUSO IL CORSO TEORICO PRATICO ENDURO/MOTOCROSS
NOTO (SR) - 7/8 Dicembre 2014



Grande successo del CTP Enduro e Motocross a Noto presso il Crossdromo Village "Gino Meli"
 7-8 Dicembre 2014   FMI Sicilia
Ottima chiusura di anno per il Settore Tecnico Federale che in Sicilia con il fattivo supporto del Comitato Regionale FMI ha organizzato un corso teorico pratico di vero livello
Tutto si è svolto nel migliore dei modi con dei ritmi di lavoro serratissimi e palese è stata la soddisfazione a fine corso per:


Amalfa Thomas
Aricò Eros
Bologna Marco
Bonarrigo Paolo
Borzì Alessio
Buonaventura Vincenzo
Cagnina Francesco
Cassibba Gaetano
Catinello Giammaria
Coniglio Ivan
Costantino Antonio
Crea Aldo
Ferla Carmelo
Ferrera Alessio
Fonti Daniele
Giarrizzo Matteo
La Rocca Ivan
Lembo Antonino
Marabotto Davide
Meli Riccardo
Messina Marco
Occhipinti Giorgio
Rabito Mattia
Ventura Michele
Vinciguerra Adriano
Zullo Andreah
Coinvolti ben 26 piloti delle classi 65/85/125 per un corso di due giorni interamente gratuito, supportato dal Co.Re. Sicilia e dalla benevolenza del Crossdromo Gino Meli e del suo patron Mimmo Meli che da sempre ha richiesto che un corso di livello venisse svolto nel suo impianto.
Soddisfazione per il trio di tecnici Abramo, Degli Esposti e Sciacca, coordinati da quest'ultimo, che sono ben speranzosi per il futuro e non è detto che non si riattacchi fin dall'inizio dell'anno con qualche iniziativa simile.

Co.Re. FMI Sicilia
NOTO CROSS 2018
Torna ai contenuti